Longobardi

I biscotti longobardi li faccio perché piacevano a una brava ragazza. Ecco la storia. Anni fa ci avevano mandato dalla scuola di pasticceria di Cividale una ragazza per un periodo di stage. Io, che sono sempre curiosa delle persone, le avevo chiesto se fra le ricette provate a scuola gliene fosse piaciuta qualcuna in particolare. Lei mi disse di sì, e mi portò la ricetta dei longobardi.

Ve la insegno: bisogna amalgamare tutti gli ingredienti, fare dei piccoli rotolini e metterli in frigo. Poi i rotolini si devono tagliare a fettine con un coltello e disporre su una teglia per passarli in forno a cucinare.

Gli ingredienti? Farina, farina di mais rimacinata fine, burro, zucchero di canna, nocciole macinate,uova , lievito e un pizzico di sale. Tutto qui. Mi resta solo un dubbio. Chissà se i Longobardi, fra un combattimento e l’altro, se li mangiavano?!

← Torna ai biscotti